NOVEMBRE: RICORDIAMO I SANTI E I DEFUNTI

1 NOVEMBRE TUTTI I SANTI

In una sola festa la Chiesa ricorda tutti santi, tutti coloro, cioè, che hanno risposto all’invito di Gesù: “vieni e seguimi” e hanno fatto di Lui la loro stessa vita.

Domandiamoci, però: chi è un santo?

Certamente non è un eroe e neppure un superuomo ma semplicemente un uomo vero. Il santo è un uomo vero perché riconosce Dio come il Signore della sua vita, come colui da cui tutto dipende e per cui si può dare la vita.

Il santo è l’uomo o la donna che riconosce come unico valore fare la volontà di Dio, pur dentro tutti i limiti e tutte le contraddizioni della vita.

Il santo non è un uomo perfetto, come forse tanti di noi pensano, ma è colui che, nel rapporto Con Gesù e la Chiesa, tende alla perfezione.

2 NOVEMBRE  I DEFUNTI

Il mese di novembre è per tradizione dedicato ai defunti. La Chiesa ha sempre avuto una grande venerazione e attenzione per i defunti, che sono i nostri fratelli e sorelle che ci hanno lasciato e ora sono nella casa del Padre.

Venerazione e attenzione date dalla certezza della resurrezione e della vita eterna. Essa ci fa pregare per i defunti e ci fa offrire per loro suffragi.

Far celebrare Sante Messe per i defunti è il più grande gesto di carità perché è chiedere a Dio, per mezzo di Cristo, la salvezza eterna per questi nostri fratelli.

È possibile anche lucrare per loro l’indulgenza plenaria, alle solite condizioni chieste dalla Chiesa: confessione e comunione, credo e Pater Ave e Gloria secondo le intenzioni del Papa.

2018-10-28T15:54:55+00:00